Quando arriverà la morte

Quando arriverà la morte

come in autunno l'orso affamato;

quando arriverà la morte e prenderà tutte le monete luccicanti del suo borsello

per comprarmi, e con un colpo secco chiuderà il borsello;

quando arriverà la morte

come un'epidemia di morbillo;

Quando arriverà la morte

come un icerberg tra le scapole,

io voglio oltrepassare l'uscio di quella porta piena di curiosità,

domandandomi:

chissà come sarà questa villetta dell'oscurità?

E per questo guardo ad ogni cosa

con un senso di fratellanza e di sorellanza,

e considero il tempo nient'altro che un'idea,

e considero l'eternità come un'altra possibilità.

E penso ad ogni vita come fosse un fiore, così comune

come una margherita, e allo stesso tempo così insolito

E penso ad ogni nome, come a una suadente musica tra le labbra,

orientata, come ogni musica, verso il silenzio,

e ad ogni corpo, come ad un coraggioso leone, qualcosa di prezioso per la terra.

Quando sarà finita, vorrò dire che per tutta la mia vita

sono stata la sposa dello stupore.

Sono stata il marito, accogliendo il mondo tra le mie braccia.

Quando sarà finita, non vorrò domandarmi

se ho fatto della mia vita qualcosa di particolare, e di reale.

Non vorrò ritrovarmi a sospirare, spaventata,

né piena di obiezioni.

Non vorrò finire essendo stata una semplice visitatrice di questo mondo


— Mary Oliver —