Mi preoccupavo

Mi preoccupavo parecchio.

Per il giardino: crescerà?

Per i fiumi: scorreranno nella giusta direzione?

Per la Terra: sta girando nel mondo in cui dovrebbe?

E se non è così, come posso io correggere le cose?

Avevo torto o ragione,

sarò perdonata? Posso fare di meglio?

Sarò mai in grado di cantare? Persino gli uccelli

sanno farlo mentre io... io sono senza speranza.

La mia vista sta già calando

o me lo sto solo immaginando?

Mi verranno i reumatismi, l'artrite, la demenza?

Finalmente mi resi conto che preoccuparmi non mi portava da nessuna parte.

E ho lasciato perdere. Ho preso il mio vecchio corpo,

sono uscita fuori nella luce del mattino

e ho cantato.


— Mary Oliver —